© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 27-08-2014

AGRIMONIA
Agrimonia eupatoria L.



CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Rosidae
Ordine: Rosales
Famiglia: Rosaceae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Eupatorio, Erba di S. Guglielmo, Erba del taglio, Agrimony, Aigremoine, Acrimony, Harvest lice, Stickwort, Odermennig, Herba Agrimoniae, Agrimoniae herba

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
A. Officinarum Pit. Tourn. T, A. Officinalis Lamk., A. Pilosa Ledeb., A. Viscidula Bunge

HABITAT
Emisfero settentrionale, su campi, vicino a muri e banchine delle strade, di solito predilige terreni alcalini e preferisce posizioni soleggiate.

DISTRIBUZIONE

DESCRIZIONE BOTANICA
PIANTA ERBACEA PERENNE PELOSETTA ALTA CIRCA 50 CM CON RIZOMA BREVE VERTICALE E FUSTO TERMINANTE IN LUNGO RACEMO CON FIORI PICCOLI GIALLI- POCO ODOROSI

FIORITURA
Giugno

COLORI NEI FIORI (perlopiù petali e corolla)
________ GIALLO-CHIARO
________ GIALLO-DORATO


PERIODO BALSAMICO
Giugno

DROGA UTILIZZATA
FOGLIE O PIANTA INTERA

ODORE
AROMATICO, LEGGERO DI ALBICOCCA

SAPORE
ASTRINGENTE MA GRADEVOLE

PRINCIPI ATTIVI
Flavonoidi, Tannini catechici, Olio Essenziale, Sostanza amara Quercitina, Acido ursolico, silicico, citrico, malico, nicotinico e ascorbico, Preormoni, Vitamine K, B1

TOSSICITÀ
NESSUNA

CONTROINDICAZIONI
NESSUNA CONTROINDICAZIONE ALLE DOSI TERAPEUTICHE NORMALI ECCETTO IPERSENSIBILITÀ INDIVIDUALE.

AVVERTENZE
PER ASSUNZIONI PROLUNGATE OCCORRE IL PARERE MEDICO IN QUANTO I TANNINI POSSONO CAUSARE MALASSORBIMENTO DI ALTRI FARMACI.

INTERAZIONI O INCOMPATIBILITÀ
ASSUNZIONE PROLUNGATA DI ALTRI FARMACI
FARMACI PER DIABETICI

QUALITÀ DELL'EFFICACIA TERAPEUTICA
CONFERMATA

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
ANO
APPARATO URO-GENITALE
BOCCA
BRONCHI E BRONCHIOLI
CAPEZZOLI E AREOLE
CAVO ORO-FARINGEO
CISTIFELLEA E VIE BILIARI
FARINGE E VIE AEREE SUPERIORI
FEGATO
FEGATO E VIE BILIARI
GOLA
GONADI (TESTICOLI E OVAIE)
INTESTINO
INTESTINO CRASSO
IPOFISI
LARINGE
MUCOSE NASALI
MUSCOLATURA LISCIA
NERVI E TRONCHI NERVOSI
OCCHI
ORGANI DIGESTIVI
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI EMUNTORI
ORGANI SESSUALI E RIPRODUTTIVI
ORGANI VISIVI
ORGANI VOCALI
OSSA - CARTILAGINI - ARTICOLAZIONI
PANCREAS
PENE
POLMONI
PROSTATA
SENI PARANASALI
SENO - GHIANDOLE MAMMARIE
SISTEMA ENDOCRINO
SISTEMA IMMUNITARIO
SISTEMA NERVOSO AUTONOMO (NEUROVEGETATIVO)
SISTEMA NERVOSO CENTRALE
STOMACO
TENDINI
TESSUTO CUTANEO
TESTA
TESTICOLI
TONSILLE
TUBO GASTRO-ENTERICO
UTERO E OVAIE
VAGINA
VASI SANGUIGNI CAPILLARI
VENA PORTA
VENE
VESCICA URINARIA
VIE AEREE SUPERIORI
VIE RESPIRATORIE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI:
ooKFARINGITE E RINOFARINGITE
ooKPROSTATA (PROSTATITE)
ooKTONSILLITE
+++COLITE
+++COLLUTTORIO ASTRINGENTE ORO-FARINGEO
+++DIARREA
+++DIARREA (ANTIDIARROICO ASTRINGENTE)
+++GASTROENTERITI
+++INFEZIONI (CAVO OROFARINGEO)
+++INFEZIONI (GASTROINTESTINALI)
+++INFIAMMAZIONI (CAVO ORALE)
+++LARINGITE E RAUCEDINE
+++PROSTATA (IPERTROFIA PROSTATICA BENIGNA)
++ALLERGIE
++ANTISETTICO
++BRONCODILATATORE ANTIASMATICO
++CICATRIZZANTE O VULNERARIO
++COLECISTOCINETICO
++COLECISTOPATIE E COLECISTITE
++COLICHE BILIARI
++CONGESTIONI PORTALI EPATICHE
++DECONGESTIONANTE
++DERMATOSI
++DERMOPURIFICANTE DERMOPROTETTIVO (USO ESTERNO)
++GASTRITI CATARRALI CRONICHE
++INFIAMMAZIONI (APPARATO URO-GENITALE)
++LESIONI CUTANEE - PIAGHE FERITE ABRASIONI E SCREPOLATURE (USO TOPICO)
++NEVRITI
++RAGADI AL SENO
++RAGADI ANALI
++SPASMOLITICO FEGATO E VIE BILIARI
++TENDINITE E FIBROSITE
++ULCERE VARICOSE
+ANALGESICO (GASTRICO)
+ARTRITE
+ASMA BRONCHIALE E BRONCOSPASMO
+ATTIVANTE IL SISTEMA IPOFISI - CORTICOSURRENALE
+AZIONE CORTICOSURRENALICA O CORTISONESIMILE
+BRONCHITE ASMATICA
+COLAGOGO
+COLERETICO
+DIATESI ARTRITICA
+EDEMA DI QUINKE
+EDEMI E VERSAMENTI
+GASTRALGIA O MAL DI STOMACO
+GLICEMIA (IPOGLICEMIZZANTE)
+INDIGESTIONE EPATICA
+INFEZIONI (VIE RESPIRATORIE)
+INFEZIONI O INFIAMMAZIONI (OCULARI E DELLE PALPEBRE)
+INFIAMMAZIONI (VIE EPATICHE E BILIARI)
+INSONNIA
+INSUFFICIENZA EPATOBILIARE E INTOSSICAZIONE DEL FEGATO
+NEVRALGIE
+PERIARTRITE
+PRURITO
+REUMATISMI E DOLORI REUMATICI
+SEDATIVO O CALMANTE SISTEMA NERVOSO CENTRALE
+SPASMI E DOLORI SPASMODICI DI VARIA NATURA
+SPASMOLITICO ANTISPASMODICO
+SPASMOLITICO VIE RESPIRATORIE


TISANE O COMPOSIZIONI
TISANA DIARREA
GARGARISMI FARINGITE E MAL DI GOLA

ERBE SINERGICHE
MIRTILLO NERO

ESTRATTI:
  • Agrimonia Tisana
    1.5 g per tazza in decotto o infuso
  • Agrimonia Estratto Fluido titolato in polifenoli
    g 1 = XXVII gttPer l´uso interno rivolgersi al medico. Gargarismi e colluttori 1 cucchiaino in 1/2 bicchiere di acqua
  • Agrimonia Tintura Madre
    Preparata da pianta fresca tit.alcol.65° L gtt 3 volte al giorno

  • NOTE DI FITOTERAPIA
    Indicata nell'uso topico per ulcere varicose e affezioni della bocca e dell'occhio.

    MEDICINA TRADIZIONALE MEDITERRANEA

    ELEMENTI
    FUOCO
    TERRA

    AZIONI
    DIURETICO
    FEBBRE O IPERTERMIA
    •ANTIEMORRAGICO
    •TONIFICA IL FEGATO

    ORGANOTROPISMO
    FEGATO
    RENI
    VESCICA URINARIA



    UTILE DA SAPERE
    PIANTE RICCHE IN TANNINI
    Le piante con alto contenuto in tannini come Bistorta, Ratania, Tormentilla, Amamelide, Pungitopo, Quercia, Myrica, ecc. hanno proprietà antisettiche, antivirale, vasocostrittrice e analgesica locale. Una fonte ricca di tannini da cui si estrae l'acido tannico sono le "galle" formate da alcune specie di insetti (Cynips gallae-tinctoriae Olivier) su rametti di alcune querce del Medio oriente. I tannini in genere svolgono un'attività antiinfiammatoria sulle mucose e sono indicate in modo particolare per l'uso topico in gargarismi, sciacqui, semicupi e lavande contro forme diarroiche, ragadi, emorroidi, fistole e flogosi del cavo orofaringeo. Tuttavia in alte dosi o per periodi prolungati possono determinare infiammazioni gastrointestinali, nausee e vomito. Gli effetti tossici dell'acido tannico comprendono il danno letale al fegato (causato dall'acido digallico presente come impurità) quando è usato in clisteri o su scottature.
    Tratto da: Enrica Campanini "Dizionario di fitoterapia e piante medicinali"; A.Y. Leung & S. Foster "Enciclopedia delle piante medicinali"

    ANNOTAZIONI
    Usata anche in carenza di ormoni steroidi (sessuali e corticosurrenalici).Lo stesso nome fa riferimento alle ulcere dell'occhio ('argema' in greco) e indica ancora oggi il termine con cui in Sicilia si chiama una forma di infiammazione delle palpebre.


    BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

       

    ISCRIVITI ALL'ASSOCIAZIONE SERVIZIOBENESSERE NO-PROFIT














    Foto e Immagini
    di AGRIMONIA su