© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 07-05-2015

ALLORO
Laurus nobilis L.



CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Magnoliidae
Ordine: Laurales
Famiglia: Lauraceae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Lauro, Laurel, Laurel leaves, Bay laurel, Bay leaves, Grecian laurel, True bay, Mediterranean bay, Laurier, Edler lorbeerbaum, Lorbeer, Lager, Ghar

...altri nomi su Gernot Katzer's Spice pages

HABITAT
Specie mesofila, vive in climi caldo-umidi. Il suo habitat preferito quello dei valloni freschi ma soleggiati, predilige terreni profondi ricchi di elementi nutritivi. Sopporta bene il freddo ma non sopporta gelate prolungate. Inoltre tollera bene gli ambienti costieri e marini. Le attuali formazioni ad alloro soprattutto in Sardegna, sono relitti di una pi estesa foresta a Laurus, che in seguito ai cambiamenti climatici, si conservata in aree di rifugio. Vive fino agli 800 metri di altitudine.

DESCRIZIONE BOTANICA
ARBUSTO / ALBERO SEMPREVERDE CHE PU ARRIVARE A 20 M. CON FOGLIAME VERDE-SCURO CORIACEO- FIORI DIOICI E DRUPE NERE

FIORITURA
Primavera

COLORI NEI FIORI (perlopiù petali e corolla)
________ GIALLO
________ GIALLOGNOLO


PERIODO BALSAMICO
Maggio e Giugno

DROGA UTILIZZATA
FOGLIE RACCOLTE ALLINIZIO ESTATE- FRUTTI E OLIO ESSENZIALE

SAPORE
AMAROGNOLO-AROMATICO

PRINCIPI ATTIVI
Olio essenziale aromatico, germacranolidi, catechine, alcaloidi, acidi vegetali

TOSSICITÀ
BASSA

CONTROINDICAZIONI
LALLORO ED IL SUO OLIO ESSENZIALE POSSONO PROVOCARE DARMATITI ALLERGICHE DA CONTATTO IN SOGGETTI PREDISPOSTI O CHE LO MANEGGIANO COSTANTEMENTE.

QUALITÀ DELL'EFFICACIA TERAPEUTICA
DIPENDENTE DALLE SPECIFICHE E DALLE FORME TERAPEUTICHE

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
CISTIFELLEA E VIE BILIARI
FEGATO E VIE BILIARI
INTESTINO
ORGANI DIGESTIVI
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI EMUNTORI
ORGANI GUSTATIVI
OSSA - CARTILAGINI - ARTICOLAZIONI
SISTEMA IMMUNITARIO
SISTEMA NERVOSO CENTRALE
TESSUTO CUTANEO

PROPRIETÀ E INDICAZIONI:
+++CARMINATIVO - ANTIFERMENTATIVO
+++DIARREA
+++DIARREA (ENTERITI CATARRALI)
+++METEORISMO FLATULENZA E FERMENTAZIONI INTESTINALI
++COLAGOGO
++CONDIMENTO O SPEZIA
++DEPRESSIONE NERVOSA O PSICHICA
++DIAFORETICO O SUDORIFERO
++DISBIOSI INTESTINALE
++INSUFFICIENZA EPATOBILIARE E INTOSSICAZIONE DEL FEGATO
++REUMATISMI E DOLORI REUMATICI
+ANTITUMORALE [RITARDANTE LA PROLIFERAZIONE]
+PARASSITI DELLA PELLE (INSETTI - ACARI - SCABBIA)
+TUMORE MALIGNO o CANCRO


TISANE O COMPOSIZIONI
TISANA AEROFAGIA E METEORISMO

Proprietà antitumorali per Laurus nobilis L.

NOTE DI FITOTERAPIA
Lolio contenuto nel frutto rientra nella composizione di alcune pomate - tuttavia risulta tra gli ingredienti vietati nelluso cosmetico dalla CEE.



UTILE DA SAPERE
ESSENZE GERMICIDE DEL TERRENO
Le essenze la cui azione molto incostante e saltuaria nei confronti di un certo agente patogeno vengono chiamate "essenze germicide del terreno". Tuttavia nella sperimentazione esse hanno manifestato anche la massima attivit almeno in un caso, eguagliando le essenze maggiori, quindi hanno un comportamento altamente imprevedibile.
Quelle maggiormente studiate sono le seguenti: Alloro, Basilico, Bergamotto, Camomilla, Carvi, Cedro, Chenopodio, Cipresso, Citronella, Coriandolo, Cumino, Finocchio, Ginepro, Issopo, Limone, Menta, Neroli, Noce moscata, Prezzemolo, Rosmarino, Salvia, Sandalo, Verbena, Zenzero.
L'indice aromatico o I.A. di una essenza rappresenta il potere germicida riferito a un olio essenziale ideale (100%). Le essenze germicide del terreno hanno un I.A. medio che va da 0 a 0,125 circa.
Tratto da: Paul Belaiche - "L'Aromatogramma"

ANNOTAZIONI
Gli antichi greci confezionavano con i rametti di alloro le ghirlande per incoronare i loro vincitori. Le foglie e lessenza hanno capacit di allontanare gli scarafaggi. Lolio di Alloro pu essere preparato macerando bacche e foglie in olio di oliva al 15% per 3 settimane.

Una o due foglie nella cottura dei legumi ne facilitano la digestione.


BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

   

ISCRIVITI ALL'ASSOCIAZIONE SERVIZIOBENESSERE NO-PROFIT







Autore: A.Tucci






Foto e Immagini
di ALLORO su