© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 13-10-2016

CALENDULA
Calendula officinalis L.



CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Asterales
Famiglia: Asteraceae
Tribù: Calenduleae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Calendola, Fiorrancio coltivato, Fior dogni mese, Calta, Scotch Marigold, Pot Marigold, Ringelblume, Souci, Galbenele

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
Caltha officinalis Moench., Calendula arvensis L.

DESCRIZIONE BOTANICA
PIANTA ERBACEA PELOSA ANNUA O PERENNE ALTA 20-50 CM CON GRANDI FOGLIE OBLUNGHE-LANCEOLATE E FIORI GIALLI O ARANCIO

FIORITURA
da Maggio ad Ottobre

COLORI NEI FIORI (perlopiù petali e corolla)
________ ARANCIO
________ GIALLO-ARANCIO


PERIODO BALSAMICO
Aprile e Settembre

DROGA UTILIZZATA
CAPOLINI E SOMMIT FIORITE SENZA FOGLIE

SAPORE
ACRE-AROMATICO

PRINCIPI ATTIVI
Sostanza amara non definita, acido malico, glicosidi triterpenici, alcoli triterpenici, steroli, carotenoidi, flavonoidi e cumarine, olio essenziale, polisaccaridi, mucillagine, gomme, resine, fenoli, tannini pirogallici, vitamina C, manganese.

TOSSICITÀ
NESSUNA

CONTROINDICAZIONI
NESSUNA CONTROINDICAZIONE ALLE DOSI TERAPEUTICHE NORMALI

INTERAZIONI O INCOMPATIBILITÀ
TANNINI

QUALITÀ DELL'EFFICACIA TERAPEUTICA
DIPENDENTE DALLE SPECIFICHE E DALLE FORME TERAPEUTICHE

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
ANO
BOCCA
CAPEZZOLI E AREOLE
CAVO ORO-FARINGEO
CISTIFELLEA E VIE BILIARI
FARINGE E VIE AEREE SUPERIORI
FEGATO
FEGATO E VIE BILIARI
GOLA
INTESTINO
INTESTINO CRASSO
LARINGE
MUCOSA ORALE E LINGUA
MUCOSE
MUCOSE NASALI
MUSCOLI
ORGANI DIGESTIVI
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI EMUNTORI
SANGUE
SENI PARANASALI
SENO - GHIANDOLE MAMMARIE
SISTEMA CIRCOLATORIO
SISTEMA ENDOCRINO
SISTEMA IMMUNITARIO
STOMACO
TESSUTO CUTANEO
TONSILLE
TUBO GASTRO-ENTERICO
UTERO
UTERO E OVAIE
VASI SANGUIGNI
VASI SANGUIGNI PERIFERICI
VENE EMORROIDARIE
VIE AEREE SUPERIORI

PROPRIETÀ E INDICAZIONI:
ooKRIEPITELIZZANTE
ooKUSTIONI E SCOTTATURE [ANCHE SOLARI O DA FREDDO]
+++AFTE
+++CICATRIZZANTE O VULNERARIO
+++COLERETICO
+++DERMATOSI
+++DERMOPURIFICANTE DERMOPROTETTIVO (USO ESTERNO)
+++INFEZIONI (CAVO OROFARINGEO)
+++INFIAMMAZIONI (CAVO ORALE)
+++RAGADI AL SENO
+++RAGADI ANALI
+++REPELLENTE INSETTI
+++STOMATITE
+++TONSILLITE
+++ULCERA (PEPTICA - GASTRICA - DUODENALE)
++ACNE (DEPURATIVO)
++ALLERGIE
++AMENORREA E IPOMENORREA
++ANTISETTICO
++ASCESSO E FLEMMONE
++COLAGOGO
++COLITE
++DISMENORREA E OLIGOMENORREA
++EMMENAGOGO
++EMORRAGIE
++EMORROIDI
++EPISTASSI
++GASTRITE
++HERPES ZOSTER
++IMMUNODEFICIENZA SECONDARIA O INSUFFICIENZA IMMUNITARIA E MALATTIE AUTOIMMUNI
++IMMUNOSTIMOLANTE IMMUNOMODULANTE
++INFEZIONI (GASTROINTESTINALI)
++INFEZIONI (VIRALI DA RETROVIRUS)
++INSUFFICIENZA EPATOBILIARE E INTOSSICAZIONE DEL FEGATO
++LESIONI CUTANEE - PIAGHE FERITE ABRASIONI E SCREPOLATURE (USO TOPICO)
++MICOSI
++SOLARE (PROTETTIVO)
+COLESTEROLO (IPERCOLESTEROLEMIA - IPERTRIGLICERIDEMIA - IPERLIPIDEMIA)
+COLLUTTORIO ORO-FARINGEO
+CONTUSIONI DISTORSIONI E STRAPPI MUSCOLARI
+ECZEMA
+EPATITE
+EPATOPROTETTORE ANTIEPATOTOSSICO DEL FEGATO
+FARINGITE E RINOFARINGITE
+FORUNCOLOSI
+IPERTENSIONE ARTERIOSA (IPOTENSIVO)
+VASODILATATORE


TISANE O COMPOSIZIONI
COLLUTTORIO AFTE E INFIAMMAZIONI BOCCA
TISANA COLITE
SPENNELLATURE MICOSI
CATAPLASMA RISOLVENTE ASCESSI

ERBE SINERGICHE
AMAMELIDE
BISTORTA
FITOLACCA
KARKAD
LAMIO BIANCO
LAVANDA
MALVA
MENTA PIPERITA
PISCIDIA
POTENTILLA
RATANIA DEL PER
SAMBUCO

ESTRATTI:
  • Calendula Estratto Fluido
    1 g=XLIII gttSconsigliata per uso interno 100-1000 mg a dose
  • Calendula Tintura Madre
    Preparata dalle sommit fiorite fresche con 15 cm di stelo tit.alcol.55 a 1/20Sconsigliata per uso internoPer uso esterno: 1 cucchiaini da t in 2 cucchiai di acqua XL gtt 3 volte al giorno
  • Calendula Tisana
    Sconsigliata per uso interno. buona invece per uso topico su feite. piaghe. scottature solari. ecc. 2-3 g in 150 ml di acqua bollente per 10 min
  • Calendula estratto titolato in beta-carotene
    Si assume come integratore alla dose che pu fornire 10 mg di beta-carotene al giorno.

  • NOTE DI FITOTERAPIA
    Lazione emmenagoga pi efficace sui soggetti anemici. Per la dismenorrea il trattamento andrebbe iniziato una settimana prima delle mestruazioni. Le indicazioni terapeutiche per luso interno sono confermate solamente dalla medicina popolare e tradizionale - anzi - sconsigliata lassunzione di infuso o tintura per via orale. Lunico riscontro scientifico valido rimane - invece - per luso esterno (cute - cavo orale e vagina) dei suoi estratti.

    MEDICINA TRADIZIONALE MEDITERRANEA

    QUALITÀ
    CALDA GRADO 2
    SECCA GRADO 1

    AZIONI
    CICATRIZZANTE O VULNERARIO
    DIARREA
    INFIAMMAZIONI (INTESTINALI)
    BLOCCA I FLUSSI
    COMBATTE LA MALINCONIA
    FLUIDIFICA I MUCHI
    INNALZA IL CALORE NATURALE
    RAFFORZA IL CUORE

    ORGANOTROPISMO
    APPARATO URO-GENITALE
    VIE RESPIRATORIE



    UTILE DA SAPERE
    LE MUCILLAGINI
    Sono sostanze amorfe, costituite da polisaccaridi eterogenei che con acqua danno soluzioni colloidali non adesive (a differenza delle gomme). Sono molto diffuse in natura e vengono estratte dalle piante che le contengono con acqua calda o bollente ma non sono ancora esattamente definite dal punto di vista chimico.
    Le mucillagini sono difficilmente conservabili, pertanto vengono commerciate le droghe che le contengono come Altea, Malva, Calendula, Aloe, Psillio, Lino, Ispaghul.
    L'azione farmacologica legata alla capacit di rigonfiarsi in acqua producendo masse plastiche o dispersioni viscose che, se ingerite, possono avere azione lassativa meccanico-osmotica. Usate esternamente in impacchi hanno azione protettiva e antiinfiammatoria su cute e mucose lese.
    Nella pratica fitoterapica le mucillagini sono sicure e hanno poche controindicazioni, si possono utilizzare efficacemente nei casi di stitichezza associata a stati infiammatori e nella stitichezza in gravidanza.
    Tratto da: F.Capasso-G.Grandolini "Fitofarmacia"

    ANNOTAZIONI
    Negli anni 30 era considerata dagli agricoltori una specie di barometro: se alle 7 del mattino i fiori erano ancora chiusi sarebbe sicuramente piovuto in giornata.Le linguette isolate dei fiori vengono usate per sofisticare lo zafferano.


    BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

       

    ISCRIVITI ALL'ASSOCIAZIONE SERVIZIOBENESSERE NO-PROFIT





    Calendula officinalis






    Foto e Immagini
    di CALENDULA su