© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 18-07-2014

TRIFOGLIO DEI PRATI
Trifolium pratense L.



CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Rosidae
Ordine: Fabales
Famiglia: Fabaceae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Trifolium, Red Clover, Trifoglio pratense, Trfle rouge, Trbol violeta, Trevo-violeta, Rotklee

DISTRIBUZIONE

DESCRIZIONE BOTANICA
PIANTA ERBACEA BIENNALE O PERENNE CON FIORI ROSA-PORPORA E FOGLIE DI TRE FOGLIOLINE (QUATTRO SE HAI FORTUNA!)

FIORITURA
da Aprile a Settembre


DROGA UTILIZZATA
INFIORESCENZE

ERBA ALTERNATIVA
ERBA MEDICA

TOSSICITÀ
NESSUNA

CONTROINDICAZIONI
NESSUNA CONTROINDICAZIONE ALLE DOSI TERAPEUTICHE NORMALI ECCETTO IPERSENSIBILITA INDIVIDUALE. EVITARE L'USO IN GRAVIDANZA IN QUANTO HA ATTIVIT SIMILE A QUELLA DEI FITOESTROGENI (ANTAGONISTA DEI RECETTORI PER GLI ESTROGENI)

INTERAZIONI O INCOMPATIBILITÀ
FARMACI ANTINFIAMMATORI NON STEROIDEI (FANS)
FARMACI METABOLIZZATI DAL CYP3A4
WARFARIN

QUALITÀ DELL'EFFICACIA TERAPEUTICA
DIPENDENTE DALLE SPECIFICHE E DALLE FORME TERAPEUTICHE

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
BRONCHI E BRONCHIOLI
CAVO ORO-FARINGEO
FEGATO E VIE BILIARI
OCCHI
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI EMUNTORI
ORGANI SESSUALI E RIPRODUTTIVI
ORGANI VISIVI
RENI
SISTEMA IMMUNITARIO
TESSUTO CUTANEO
TUTTO IL CORPO
UTERO E OVAIE
VIE RESPIRATORIE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI:
ooKMENOPAUSA E CLIMATERIO (TURBE E DISTURBI VARI)
?BRONCHITE O AFFEZIONI BRONCHIALI
?CATARRO VIE RESPIRATORIE
?ESPETTORANTE FLUIDIFICANTE DEL CATARRO MUCOLITICO
+++ESTROGENI (FITOESTROGENICO)
++ANTITUMORALE [RITARDANTE LA PROLIFERAZIONE]
++DEPURATIVO DRENANTE
++DERMATOSI
++DERMOPURIFICANTE DERMOPROTETTIVO (USO ESTERNO)
++INFEZIONI O INFIAMMAZIONI (OCULARI E DELLE PALPEBRE)
++SPASMI E DOLORI SPASMODICI DI VARIA NATURA
++SPASMOLITICO ANTISPASMODICO
++TUMORE MALIGNO o CANCRO
+CICATRIZZANTE O VULNERARIO
+ECZEMA
+INTOSSICAZIONI E AVVELENAMENTI ANCHE DA ALCOL
+LESIONI CUTANEE - PIAGHE FERITE ABRASIONI E SCREPOLATURE (USO TOPICO)
+PSORIASI
+RIEPITELIZZANTE
+TOSSE
+TOSSI CONVULSE E PERTOSSE
+ULCERE DELLA PELLE
+USTIONI E SCOTTATURE [ANCHE SOLARI O DA FREDDO]


ERBE SINERGICHE
ERBA MEDICA
SOIA

ESTRATTI:
  • Trifoglio dei prati Tisana
    Non rappresenta luso corretto - ormai questa forma estrattiva abbandonata
  • Trifoglio dei prati Estratto standardizzato
    Titolato in isoflavoniUso: terapia complementare dei disturbi della menmopausa

  • Proprietà antitumorali per Trifolium pratense L.

    NOTE DI FITOTERAPIA
    Luso nella medicina popolare che utilizzava il Trifoglio come rimedio naturale per bronchiti, pertossi e tubercolosi stato abbandonato. Attualmente confermato dalla ricerca limpiego come fitoestrogeno naturale che, rispetto agli estrogeni di sintesi, consente interventi terapeutici -ove la patologia lo richieda- privi di effetti collaterali. L'azione dell'estratto come fitoestrogenico sembra avere azione pi forte di quello della Soia.


    Pianta segnalata su



      PIANTA MELLIFERA

    CARATTERISTICHE DEL MIELE
    Molto bottinate tutte le specie di Trifolium che danno mieli monoflora di colore chiaro e poco aromatici.
    Produzione abbondante di polline di colore marrone-variato.

    UTILE DA SAPERE
    PIANTE AD AZIONE FITOESTROGENICA E ANTIANDROGENA
    In virt della loro azione estrogenica alcune piante si dimostrano efficaci nell'impiego terapeutico per le turbe legate a un'insufficienza ovarica, per sindromi deficitarie dopo isterectomia e ovariectomia, per turbe mestruali della pubert e per alcune manifestazioni fastidiose che caratterizzano la manifestazioni funzionali della menopausa come vampate di calore, turbe dell'umore, secchezza della mucosa vaginale, ecc. e per la sindrome premestruale.
    Alcuni inconvenienti, come per es. le vampate, hanno una stretta relazione con l'ormone ipofisario; altri invece, come prurito, infiammazione pelvica e secchezza vaginale, sono relativi alla caduta del tasso ematico di estrogeni e possono migliorare con l'utilizzo di queste piante. In questi casi la fitoterapia rappresenta una terapia attiva e/o complementare alla terapia ormonale classica.
    Le piante estrogeniche e progesterone-like sono: Angelica, Aletris, Erba medica, Salvia, Luppolo, Ginseng, Alchemilla, Verbena, Salsapariglia, Soia, Cimicifuga; l'Ortica ha azione antiandrogena e la Cimicifuga attiva sulla secrezione dell'ormone ipofisario. L'Agnocasto aumenta la produzione dell'ormone luteinizzante, inibisce il rilascio dell'ormone che stimola il follicolo, portando ad uno spostamento del rapporto a favore degli estrogeni rispetto ai gestageni, producendo effetti ormonali utilizzati contro disturbi connessi alla menopausa; inoltre, sperimentalmente, inibisce la secrezione della prolattina, risultando efficace sia nella sindrome premestruale che nella iperprolattinemia.
    Tratto da: Enrica Campanini "Dizionario di fitoterapia e piante medicinali"; A.Y. Leung & S. Foster "Enciclopedia delle piante medicinali"; Fabio Firenzuoli "Le 100 erbe della salute"

    ANNOTAZIONI
    Non va confuso con il Trifoglio fibrino [Menyanthes trifoliata L.]. Il Trifoglio dei prati era per gli antichi Greci un simbolo religioso - mentre nel medioevo veniva usato come amuleto contro la stregoneria. da pochi anni che - in Europa - questa pianta viene considerata medicinale.


    BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

       

    ISCRIVITI ALL'ASSOCIAZIONE SERVIZIOBENESSERE NO-PROFIT




    Foto e Immagini
    di TRIFOGLIO DEI PRATI su